Sport

Il Palermo “costa” 700 mila euro al mese, ricostituito il capitale sociale

Le perdite di gestione del Palermo sono ingenti, questa stagione costa più o meno 700 mila euro al mese e i soci devono mettere presto mano al portafoglio per ripianare le perdite. L’assemblea straordinaria dei soci del Palermo Football club ha confermato in sostanza quello che si prevedeva alla vigilia: il bilancio al 31 dicembre 2020 prevede perdite superiori ai 4 milioni di euro (1,1 milione è eredità della stagione tra i dilettanti) e su proposta dell’amministratore delegato del Palermo Sagramola è stato deciso di abbattere il capitale sociale a poco più di 2 milioni e successivamente l’assemblea ha deliberato di ricostituire il capitale sociale fino a 10,734 milioni.

I primi 4 milioni circa verranno versati nel giro di pochi giorni (verrà utilizzata anche la attuale liquidità di Hera Hora) e altri 4 milioni arriveranno prima della fine della stagione calcistica. Al di là dei tecnicismi di bilancio è chiaro che la situazione è tutt’altro che florida perchè l’attuale stagione – già fallimentare dal punto di vista sportivo, tranne miracoli – eroderà praticamente tutti i soldi che erano stati stanziati all’inizio del progetto di Hera Hora che, almeno sulla carta, disegnava ben altri scenari sportivi.

La stagione in corso andrà avanti dunque con il pieno rispetto degli impegni, semmai si dovrà guardare con inevitabile preoccupazione al futuro del Palermo che deve reperire risorse economiche per attrezzare una squadra competitiva nel caso, sempre più probabile, che venga fallita la promozione in serie B.

All’assemblea di oggi hanno partecipato anche i tifosi di “Amici rosanero” che però non sottoscriveranno l’aumento di capitale per cui la loro quota nel Palermo passerà dall’1% allo 0,3% circa mantenendo comunque il “peso” del 10% in fase di voto. All’assemblea ha partecipato anche Tony Di Piazza (con cui le distanze restano siderali come già è noto) oltre a Daniele e Dario Mirri e a Rinaldo Sagramola.

In serata, a proposito dell’assemblea, il Palermo ha anche diramato una nota ufficiale: “Il Presidente di Palermo F.C. s.p.a., Dario Mirri, rende noto che in data odierna si è tenuta l’assemblea dei soci che, all’unanimità (e, dunque, con il voto di favorevole di Hera Hora s.r.l. e dell’Associazione Amici Rosanero) ha deliberato di ricostituire il capitale sociale per assorbire interamente le perdite maturate alla data del 31 dicembre 2020 e, contestualmente, di aumentarlo fino all’importo di euro 10.734.030,20 completando l’investimento dei complessivi quindici milioni previsti. Sono stati così realizzati i presupposti per il migliore futuro sviluppo di Palermo F.C. s.p.a..

L’aumento sarà interamente sottoscritto da Hera Hora s.r.l. mantenendo comunque, coerentemente con le previsioni statutarie, il peso dell’Associazione Amici Rosanero in assemblea in misura pari al 10% dei voti. Il Presidente di Hera Hora s.r.l., inoltre, fa sapere che i soci della stessa valuteranno se, una volta adempiuto agli impegni assunti, la stessa risulti ancora funzionale al progetto, che invece potrà andare avanti direttamente con Palermo F.C. semplificando le procedure aziendali”.

LEGGI ANCHE

PALERMO, NUOVE DELUSIONI E SCELTE INCOMPRENSIBILI

IL CALENDARIO DEL PALERMO FINO ALL’ULTIMA GIORNATA

GIUDICE SPORTIVO SERIE C: DUE GIORNATE A SARANITI, UNA A PALAZZI

L'articolo Il Palermo “costa” 700 mila euro al mese, ricostituito il capitale sociale proviene da Stadionews24.

Fonte: StadioNews24

Commenta con Facebook:

Mostra altro

Redazione

R.T.M. (Radio Torre Macauda) nasce nel 1989, ed ha il suo punto di forza nel lavoro di squadra. Il format dell’emittente, guidato dall’ottobre 1997 dal direttore artistico Giuseppe Morrione, è un mix di musica, intrattenimento ed informazione, con l’obiettivo di avvicinarsi il più possibile alla gente, proponendo un palinsesto diverso rispetto ai vari momenti della giornata (musica italiana – grandi successi – musica dance e techno-house).

Articoli correlati

Adblock rilevato

Per favore disattiva il tuo Adblock!