Sport

Il Palermo in “zona rossa”: serve una brusca sterzata. E il calciomercato…

La disastrosa sconfitta con il Francavilla è la rappresentazione più fedele di un disastroso girone di andata che il Palermo chiude al nono posto, già senza alcuna speranza di promozione diretta (22 punti e 27 gol in meno rispetto alla Ternana), con poche chance – con questo andazzo – di riuscire ad acciuffare un posto decente nei playoff.

BILANCIO IN ROSSO

Il bilancio è più che negativo, qualunque sia il punto di osservazione. Se guardiamo il lato economico, questa stagione si chiuderà con un grave deficit (5 – 6 milioni) e con la convinzione che per costruire una squadra in grado di puntare alla promozione serviranno ingenti investimenti e non semplici ritocchi. Sul mercato di gennaio non ci saranno – così ci hanno confermato dalla dirigenza – acquisti significativi, al limite solo qualche scambio di pedina. Una decisione condivisibile soltanto se si dà per scontato che il gap con le squadre di vertice è talmente profondo da ritenere inutile “buttare” altri soldi per inseguire un sogno irrealizzabile. L’immobilismo sul mercato, dunque, sarà un’implicita ammissione che questa stagione è… andata già nel girone d’andata.

ENTUSIASMO DISPERSO

Ma il bilancio più negativo viene dal “patrimonio immateriale” che si è disperso. La tifoseria, già numericamente ridotta dopo il fallimento dell’estate 2019 allo “zoccolo duro”, ha perso l’entusiasmo che ha animato la scorsa stagione di serie D vissuta con dignità. Si è perso anche il sorriso, si è anestetizzato il “sentiment” del tifoso, l’interesse verso la squadra è scemato in modo proporzionale alla irrazionalità di certe sconfitte e di certi atteggiamenti. I rimpianti per Zamparini, per Pergolizzi o per altri riferimenti del passato (crocifissi appena pochi mesi fa) sono il sintomo di uno scollamento profondo. Colpa del Covid, sicuramente, cha ha chiuso le porte dello stadio e i rubinetti della società alla voce “introiti”. Ma non solo. I malumori aumentano, a tutti i livelli: dalla società alla squadra. E l’idea di cedere la società si fa sempre più strada.

SCONFITTA

L’ultima sconfitta con il Francavilla fa male perché la partita era già vinta nel primo tempo. L’atteggiamento con il quale la squadra è rientrata nella ripresa è ingiustificabile e il calo di tensione ha fatto emergere tutti i difetti strutturali di una squadra costruita male e assemblata peggio. Due centrali difensivi (Lancini e Somma) che non danno sicurezza, Luperini ancora in cerca di una collocazione congeniale, due attaccanti (Lucca e Saraniti) con pochissima confidenza con il gol, un centrocampo che manca di qualità, cambi in corsa poco comprensibili – almeno per chi tra l’altro è inibito dal vedere gli allenamenti – personalità bassissima e incapacità di “leggere” la partita in corsa.

SPERANZA

Sperare in un miracolo si può ancora ma non è né utile né consolatorio. La seconda parte della stagione rischia di trasformarsi in un calvario con poche via d’uscita. Il terzo posto, che almeno garantirebbe un playoff più comodo, è ancora alla portata, nonostante tutto, ma la squadra ha già fallito sul campo parecchie prove d’appello. Oltre ad alcune qualità tecniche mancano carattere e personalità (che non si comprano al mercato) e appare difficile che questa squadra, così com’è, possa esplodere come per incanto ai playoff. Tranne che non si riesca a dare una brusca sterzata – non necessariamente al mercato – una sterzata soprattutto di chiarezza tra le varie componenti.

LEGGI ANCHE

LA CRONACA DEL MATCH

LE DICHIARAZIONI DI BOSCAGLIA

LE PAGELLE DI GUIDO MONASTRA

L'articolo Il Palermo in “zona rossa”: serve una brusca sterzata. E il calciomercato… proviene da Stadionews24.

Fonte: StadioNews24

Commenta con Facebook:

Mostra altro

Redazione

R.T.M. (Radio Torre Macauda) nasce nel 1989, ed ha il suo punto di forza nel lavoro di squadra. Il format dell’emittente, guidato dall’ottobre 1997 dal direttore artistico Giuseppe Morrione, è un mix di musica, intrattenimento ed informazione, con l’obiettivo di avvicinarsi il più possibile alla gente, proponendo un palinsesto diverso rispetto ai vari momenti della giornata (musica italiana – grandi successi – musica dance e techno-house).

Articoli correlati

Adblock rilevato

Per favore disattiva il tuo Adblock!