Cronaca Locale

OMICIDIO LORENA QUARANTA: “MI AVEVA CONTAGIATO IL CORONAVIRUS”. IL COMPAGNO SCONFESSATO DALL’ESITO DEI TAMPONI

“Mi aveva trasmesso il Coronavirus e l’ho uccisa”, ha detto Antonino De Pace nel corso dell’interrogatorio. Un tentativo di difesa che è stato smentito dall’esito del tampone eseguito sia sull’assassino che sulla povera giovane vittima, Lorena Quaranta. Per entrambi esito negativo.

Antonio De Pace, nato a Vibo Valentia, la sua ragazza,giovane e bella favarese, nella villetta in via delle Mimose, a Furci Siculo, dove vivevano insieme da alcuni mesi. L’assassino ha poi tentato di suicidarsi tagliandosi il polso e la gola con un coltello. Infine ha chiamato i carabinieri.

Lorena, studentessa di 27 anni, era originaria di Favara, in provincia di Agrigento. Lui, di un anno più grande, infermiere e studente di Odontoiatria, originario di Vibo Valentia. Le indagini sono condotte dai militari della stazione di Santa Teresa Riva e della compagnia di Taormina, coordinati dal procuratore di Messina Maurizio de Lucia e dal sostituto Roberto Conte.

Fonte: Corriere Di Sciacca

Commenta con Facebook:

Mostra altro

Redazione

R.T.M. (Radio Torre Macauda) nasce nel 1989, ed ha il suo punto di forza nel lavoro di squadra. Il format dell’emittente, guidato dall’ottobre 1997 dal direttore artistico Giuseppe Morrione, è un mix di musica, intrattenimento ed informazione, con l’obiettivo di avvicinarsi il più possibile alla gente, proponendo un palinsesto diverso rispetto ai vari momenti della giornata (musica italiana – grandi successi – musica dance e techno-house).

Articoli correlati

Adblock rilevato

Per favore disattiva il tuo Adblock!