Sport

Champions League, perché Atletico Madrid – Chelsea si gioca in Romania?

La seconda fase delle gare di andata degli ottavi di Champions League è alle porte e altre otto squadre sono pronte ad affrontarsi. Le partite si disputeranno fra martedì 23 e mercoledì 24 febbraio. Fra queste, però, Atletico Madrid – Chelsea non si giocherà sul campo della squadra di casa: l’andata sarà bensì in campo neutro e, in questo caso, a Bucarest, in Romania. Ma perché questa scelta della UEFA? Cosa dice il regolamento?

La gara non si potrà svolgere al ‘Wanda Metropolitano’ di Madrid perché (come successo in Germania per l’andata fra Lipsia e Liverpool) anche il governo spagnolo ha introdotto delle restrizioni che vietano l’ingresso nel paese a chiunque venga dal Regno Unito. In questo modo, lo stato iberico cerca di prevenire la diffusione della ‘variante inglese’ del Covid-19.

La squadra di casa ha avuto di conseguenza l’onere di individuare un campo “neutro” in cui disputare il match d’andata, pena la sconfitta a tavolino. La partita si svolgerà dunque alla ‘Arena Națională’, nella capitale rumena.

LEGGI ANCHE

CHAMPIONS LEAGUE: PROGRAMMA E RISULTATI DEGLI OTTAVI

L'articolo Champions League, perché Atletico Madrid – Chelsea si gioca in Romania? proviene da Stadionews24.

Fonte: StadioNews24

Commenta con Facebook:

Mostra altro

Redazione

R.T.M. (Radio Torre Macauda) nasce nel 1989, ed ha il suo punto di forza nel lavoro di squadra. Il format dell’emittente, guidato dall’ottobre 1997 dal direttore artistico Giuseppe Morrione, è un mix di musica, intrattenimento ed informazione, con l’obiettivo di avvicinarsi il più possibile alla gente, proponendo un palinsesto diverso rispetto ai vari momenti della giornata (musica italiana – grandi successi – musica dance e techno-house).

Articoli correlati

Adblock rilevato

Per favore disattiva il tuo Adblock!